I PERCHE' CHE FANNO CRESCERE SANI

Morbillo: Irlanda 2000

In Irlanda, e soprattutto in una zona di Dublino, si è sviluppata la peggiore epidemia di morbillo degli ultimi sette anni in quel paese. Fino al 1992, le coperture vaccinali contro il morbillo erano molto alte, ma in quegli anni ci fu il cosiddetto “Caso Best” che in quel paese suscitò molto scalpore: la Corte Suprema riconobbe il nesso di causalità fra una grave encefalopatia di un adulto e la pregressa vaccinazione antipertussica. Inoltre negli ultimi due anni, ha pure avuto molta eco l’articolo pubblicato da Lancet che solleva allarmismo in merito ai rapporti fra vaccinazione antimorbillosa ed autismo. Anche in conseguenza di questi eventi si sono diffusi apatia e diffidenza verso le vaccinazioni: l’Irlanda è oggi ben lontana dal raggiungere la copertura vaccinale antimorbillosa del 95% raccomandata dal Governo, con invece una media nazionale del 76% e oscillazioni geografiche tra il 68 e l’86%. (Anche questa è dunque una condizione che riguarda molte regioni italiane)
Sono stati registrati, fino alla metà del settembre 2000, 1220 casi, che hanno colpito in gran parte bambini di età inferiore ai due anni. Ci sono stati ben due decessi. L’epidemia non è al momento sotto controllo, ma si sta diffondendo anche nel resto dell’Irlanda.

 

Fonte: http://www.levaccinazioni.it/informagente/Mondo/Epidemie.htm#morbirl