I PERCHE' CHE FANNO CRESCERE SANI

Meningococco: epidemia in Gran Bretagna fine anni ’90

Alla fine degli anni ‘90 la Gran Bretagna ha visto un considerevole aumento dei casi di meningite e sepsi da meningococco, con un numero rilevante di decessi. I casi di malattia erano dovuti a due tipi distinti di meningococco, denominati B e C.

Per fronteggiare questa situazione, che stava diventando molto preoccupante, è stato approntato un vaccino specifico contro il meningococco C, mentre non è stato possibile approntare un vaccino contro il meningococco B a causa di importanti difficoltà tecniche (nel momento in cui scriviamo  tali difficoltà sono state risolte ed è piuttosto vicina la registrazione di un vaccino contro il meningococco B). Il vaccino contro il meningococco C si avvale di una particolare tecnologia di preparazione, che lo rende molto efficace anche nel lattante ed è in grado di conferire un’immunità duratura. Il programma di vaccinazione è iniziato nel novembre del 1999: il vaccino è stato somministrato a quasi tutta la popolazione britannica dai 2 mesi ai 18 anni di età.

Schermata 2013-03-15 alle 16.32.14

Come potete osservare nel grafico (tratto da: Department of Health – Green Book 2011) l’andamento dei casi da meningococco B (linea superiore) è rimasto immutato, con un’alternanza di periodi di maggiore e minore incidenza. Al contrario, la linea inferiore mostra una progressiva diminuzione dei casi dovuti al meningococco C, successivamente all’introduzione del vaccino.

Quale può essere la causa della notevole diminuzione dei casi da meningococco C se non la vaccinazione? Stiamo parlando della Gran Bretagna, un Paese avanzato e moderno, che quindi non ha avuto cambiamenti importanti nella situazione igienico sanitaria dopo il novembre 1999. L’unico fatto nuovo è stato lo sviluppo del programma di vaccinazione contro il meningococco C.